Di Draghi Berlino non si fida

La Germania è al bivio: o torna all’austerità fiscale e monetaria, garanzia della sua leadership geoeconomica in Europa, o riscopre la geopolitica, annacquando il rigorismo. La pietra di paragone è l’Italia, dove i tedeschi vedono la partita decisiva.

0 234 1
0 234 1

di Luca Steinmann

1. Visto dalla Germania l’ingresso di Mario Draghi a Palazzo Chigi segna uno spartiacque geopolitico per tutto il sistema di potere europeo. Cambio di paradigma che avrà forti ripercussioni sulla Bundesrepublik. Sul fronte interno come su quello dei rapporti fra potenze. Soprattutto sulla delicata relazione con Washington.


Per l’Italia, dalla prospettiva di Berlino, si tratta probabilmente dell’ultima chance. In base ai risultati di questo governo i decisori tedeschi stabiliranno se continuare ad accettare l’aggancio del Belpaese all’Eurozona oppure se favorirne l’espulsione. Ciò non condurrebbe allo sganciamento dell’Italia dall’Occidente. Al contrario, il disallineamento italiano dagli interessi tedeschi potrebbe incentivare gli Stati Uniti a utilizzare lo Stivale come piattaforma di attacco alla Bundesrepublik e al suo spazio geoeconomico mitteleuropeo qualora Berlino tentasse di affermarsi attore geopolitico compiuto e stabilisse collaborazioni troppo profonde con la Russia e con la Cina. La probabile rappresaglia americana sconsiglierebbe alla Bundesrepublik di escludere l’Italia dall’Eurozona. Maggiore sarà il dinamismo geopolitico tedesco, maggiore sarà la reazione americana, minore sarà l’interesse germanico ad abbandonare l’Italia.


L’avvento del governo Draghi è stato accolto con cauta freddezza dai decisori politici tedeschi. Al di là dei complimenti di forma di Angela Merkel e Ursula von der Leyen, nessun esponente politico di rilievo ha espresso pubblicamente un giudizio 1. Il mondo economico-finanziario è stato meno diplomatico. Sulla stampa sono apparsi commenti che presentano Draghi come minaccia agli interessi geoeconomici germani…

>>>continua a leggere su Limes

Tag

Scrivi un commento

1 commento

  1. peter pan

      

    Buona serata a tutti.
    La settimana borsistica in Italia inizia in positivo, sperando che tenga fino a fine aprile, cioè fine settimana.Un mese borsisticamente parlando abbastanza neutro ed ora vediamo cosa succederà con le trimestrali e poi i dividendi…
    Draghi ha messo parecchia carne al fuoco e se ne è assunto la responsabilità da garante.
    Garante è una parola che francamente non mi piace molto, visto chi la usava fino a qualche giorno fa, ma va bene lo stesso, l’importante saranno i risultati.
    Oggi sono andato due volte al parco; tempo incerto e poca gente, ma tutti o quasi senza mascherina. Ok per i runners, ma chi passeggia soltanto dovrebbe sempre indossarla  Purtroppo ho la sensazione che questa zona gialla sia stata considerata come l’inizio della zona bianca. Purtroppo per forma mentale riconosciuta degli italiani (vedi Sardegna) io sono convinto che fra un mesetto ci ritroveremo da capo. Ci salveranno solo le vaccinazioni, sperando non arrivino varianti tipo India…