Immobiliare, Stati Uniti: pesante calo prezzi case (-6,6%) per il prossimo anno

Secondo un report di CoreLogic, che elabora l'indicatore Case-Shiller, in America i valori immobiliari crolleranno nei prossimi 12 mesi. Primo calo annuale dal gennaio 2012.

0 119 0
0 119 0

(WSC) NEW YORK – CoreLogic, la società che elabora l’indice Case-Shiller sui prezzi delle case negli Stati Uniti, ha pubblicato la “Previsione dell’indice dei prezzi delle case” mensile. Dopo anni di rialzo dei valori immobiliari, CoreLogic è diventata improvvisamente ribassista.

La società prevede che i prezzi delle case unifamiliari, comprese le vendite distressed (bancarotta, default etc) inizieranno a scendere di mese in mese a partire dalla lettura di giugno 2020.

La società ha appena pubblicato il suo report di maggio – il dato è cresciuto +4,8% su base annua – ma ora la stima è che i valori immobiliari, monitorati dall’indice nazionale dei prezzi delle abitazioni (HPI), scenderanno di -6,6% su base annua entro maggio 2021.

“Il 2021 segnerà il primo anno in cui i prezzi delle case dovrebbero scendere in più di nove anni”, scrive CoreLogic. L’ultimo calo dei prezzi HPI è stato registrato nel gennaio 2012.

Prezzi su finora per i tassi bassi e stretta sull’offerta

“La forte domanda di acquisto di case nel primo trimestre 2020, unita alla stretta offerta, ha contribuito a sostenere i prezzi delle case attraverso la crisi del coronavirus. Tuttavia, gli impatti stimati che provengono dalla recessione stanno iniziando ad essere evidenti in tutto il mercato immobiliare”, afferma il rapporto.

La recente impennata delle vendite di case e le richieste di mutui a livelli superiori rispetto a giugno 2019, supportata da tassi sui mutui a livelli record (molto bassi), “continua a superare le aspettative nonostante la grave recessione”, afferma CoreLogic. Il fenomeno è stato trainato dalla domanda repressa degli acquirenti di case dopo che la stagione primaverile è stata congelata dal lockdown, per cui la domanda primaverile si è spostata verso l’estate.

Entro la fine dell’estate, sotto la pressione della crisi e della forte disoccupazione, “gli acquisti diminuiranno e prevediamo che i prezzi delle case mostreranno un calo nelle aree metropolitane che sono state particolarmente colpite dalla recessione“. E entro maggio 2021, l’indice nazionale dei prezzi delle abitazioni dovrebbe scendere -6,6% da maggio di quest’anno. Tutti gli stati americani “sarebbero coinvolti nel calo”.

L’indicatore di rischio di mercato CoreLogic prevede che 125 aree metropolitane abbiano almeno il 75% di probabilità di calo dei prezzi entro maggio 2021.

Tag

Scrivi un commento