IPO Coinbase, valutazione stellare. Enorme volatilità

Debutto al Nasdaq del più grande mercato di criptovalute: le azioni COIN prima salgono sopra $400, poi scendono a $300, sotto il prezzo di esordio di $381 (-14%). Vale in borsa già più del quadruplo di Unicredit.

0 518 1
0 518 1

(WSC) NEW YORK – Mercoledì le azioni di Coinbase sono scese al di sotto del loro prezzo di apertura iniziale, poiché i trader si sono affrettati a valutare il valore della più grande borsa di criptovalutE statunitense nel primo giorno di scambi – molto volatile – dopo la storica quotazione diretta sul Nasdaq.

Dopo l’apertura a $381 intorno alle 13:30. ET, le azioni Coinbase (NASDAQ: COIN) sono salite fino a $429,54 prima di scendere di oltre 100 punti nell’ora e mezza successiva per chiudere a $328.

Questo prezzo era inferiore al prezzo di $348 in cui le azioni sono passate di mano l’ultima volta negli scambi sui mercati privati riservati.

Anche dopo il loro calo vertiginoso, le azioni Coinbase erano ben al di sopra del prezzo di riferimento di $250 assegnato martedì sera dal Nasdaq. Rispetto al primo prezzo, con le azioni scambiate a $381, tuttavia, COIN ha chiuso in ribasso del 14% alla fine della giornata.

Al prezzo di chiusura, la valutazione dell’azienda su base completamente diluita è di circa $86 miliardi, molto più alta di decine di grandi banche. Ad esempio, Coinbase vale in borsa più del quadruplo di Unicredit (19,1 miliardi).

Bitcoin, che insieme a Ethereum ha rappresentato il 56% dei ricavi di trading di Coinbase nel 2020, è sceso sotto i $62.000 dopo aver raggiunto un prezzo record.

Il debutto non è solo un segno di successo per Coinbase, che era stata valutata a soli $8 miliardi nel suo ultimo round di finanziamento nel 2018 (quindi dieci volte meno della valutazione alla fine del primo giorno di quotazione). È anche una vittoria per il Nasdaq, che ha ospitato la sua prima quotazione diretta dopo aver battuto il New York Stock Exchange per il debutto di Coinbase.

Coinbase è la più grande azienda che ha intrapreso la strada della quotazione diretta sul mercato azionario. Mercoledì mattina, il Chief Financial Officer di Coinbase Alesia Haas ha dichiarato in un’intervista che uno dei motivi per cui la società ha scelto il Nasdaq era perché la borsa offriva il simbolo “COIN”, che non faceva parte delle offerte da parte del NYSE.

Tag

Scrivi un commento

1 commento

  1. Nakatomy

      

    Con il grafico si capisce meglio Marco 🙂