Trump parla di “decoupling” dalla Cina. Aspra reazione di Pechino

Il presidente degli Stati Uniti ha nuovamente accusato il colosso asiatico di aver intenzionalmente diffuso il coronavirus, al fine di indebolire le maggiori economie rivali.

0 368 0
0 368 0

(WSC) WASHINGTON – Gli Stati Uniti sono pronti a tagliare tutti i legami con la Cina se la situazione richiede tale decisione, ha affermato giovedì il presidente Donald Trump.

“Non è stata colpa dell’ambasciatore Lighthizer (ieri in commissione) per il fatto che forse non mi sono chiarito, ma gli Stati Uniti mantengono certamente un’opzione politica, a varie condizioni, di un “decoupling” (disaccoppiamento, divergenza) completo dalla Cina. Grazie!” Trump ha twittato.

In precedenza il presidente degli Stati Uniti ha nuovamente accusato Pechino di aver intenzionalmente diffuso il coronavirus, al fine di indebolire le maggiori economie rivali.

Le osservazioni del presidente degli Stati Uniti Donald Trump secondo cui gli Stati Uniti potrebbero decidere di “disaccoppiare” la loro linea dalla Cina “non sono né realistiche né sagge”, ha risposto venerdì il ministero degli Esteri di Pechino.

A causa di forti legami economici, il disaccoppiamento completo non sarebbe davvero possibile, ha aggiunto un portavoce del ministero.

Inoltre, la Cina ha affermato che una tale mossa “danneggerebbe” i cittadini statunitensi e non risolverà alcun problema politico interno degli Stati Uniti.

 

Tag

Scrivi un commento