Otto paesi dell’UE non hanno presentato i piani del Recovery Plan

Ritardi diffusi nella presentazione dei progetti nazionali di ripresa e resilienza alla Commissione europea per accedere ai fondi UE post-crisi COVID-19, mentre 19 nazioni (tra cui l'Italia) lo hanno già fatto. Lista.

0 258 0
0 258 0

(WSC) BRUXELLES – Interrogato martedì dal media partner di EURACTIV Lusa.pt, una fonte ufficiale dell’esecutivo dell’UE ha detto, senza specificare, che “finora, la Commissione ha ricevuto bozze di piani o molte componenti da 19 Stati membri dell’UE”. Ciò significa che mancano le proposte di altri otto Stati membri dal Fondo di recupero dell’UE.

Una fonte collegata ha detto a Lusa che questi otto paesi sono Lussemburgo, Paesi Bassi, Irlanda, Austria, Lituania, Polonia, Malta ed Estonia.

Bruxelles ha ricevuto bozze dei piani nazionali di recupero e resilienza da Portogallo, Grecia, Slovenia, Ungheria, Bulgaria, Spagna, Germania, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Slovacchia, Cipro, Finlandia, Italia, Danimarca, Svezia, Romania, Belgio e Lettonia.

Senza specificare, la fonte ufficiale della Commissione europea ha affermato che l’istituzione è in “un intenso dialogo con tutti gli Stati membri sulla preparazione dei loro piani di ripresa e resilienza, che definiscono le loro riforme nazionali e le agende di investimento”.

Tag

Scrivi un commento