Scoprire le proprie origini col Dna: video antirazzista diventa virale e commuove il mondo

Conosci davvero chi sei e da dove vieni? Quanto conosci, realmente, della storia della tua famiglia? Sei certo di essere italiano al 100%? Queste domande sono alla base …

1 4560 0
1 4560 0

Conosci davvero chi sei e da dove vieni? Quanto conosci, realmente, della storia della tua famiglia? Sei certo di essere italiano al 100%?

Queste domande sono alla base di uno dei video più virali della storia di internet e del web in generale. Si tratta di un video girato dal sito di ricerca viaggi Momondo, che ha già ottenuto quasi 5 milioni di visualizzazioni in dieci giorni, grazie anche alla diffusione a tappeto dei social network, che racconta l’esperimento di 67 persone provenienti da tutto il mondo, invitate a partecipare a uno studio per conoscere le proprie origini.

Il cortometraggio pubblicato sulla pagina Youtube del sito mostra inizialmente le interviste di alcuni ragazzi: la curda che non ama il governo turco, l’inglese che odia i tedeschi, l’islandese che si sente superiore a tutto il resto del mondo, la donna cui proprio non piacciono i francesi. Tutti loro hanno un minimo comune denominatore: un’intolleranza verso qualche altro popolo.

Il cuore del test è dimostrare a loro, come a tutti gli altri, che nulla è come sembra, così gli esperti hanno raccolto un campione di saliva dei 67 partecipanti, che hanno sottoposto ad accurate analisi di provenienza geografica. Ebbene, l’inglese che odia la Germania ha solo il 32% di sangue Gb e il 5% tedesco; la ragazza curda ha addirittura un lontanissimo cugino turco nella stanza dove si svolgono i colloqui e tutti gli altri hanno anche uno zero virgola proveniente dai Paesi che proprio non sopportano.

L’iniziativa, che sarà allargata a circa 500 persone in tutto il mondo, ha ovvie ragioni commerciali, visto che la domanda finale degli esperti di Momondo, la cui mission è organizzare viaggi, è “vuoi visitare tutti i posti da cui provieni?”, con ovvia risposta “sì” dei partecipanti, ma ha anche fornito un valido contributo alla lotta contro ogni forma di razzismo.

Questo video, che si conclude con una frase ad impatto immediato “Una mondo aperto inizia da una mente aperta”, è un valido esempio di comunicazione di massa positiva. Non sempre il web offre soluzioni appropriate e risposte esaustive, ma quando viene usato con intelligenza può fare davvero del bene. In tutto il mondo, senza confini.

Tag

Scrivi un commento