Domani si chiude il peggior semestre degli ultimi 75 anni

Chiusura conti. Il calendario per gli investitori. News dalla Fed. Ancora tensioni sui mercati. Riemerge il coronavirus in Asia, negli Usa e localmente in Europa.

0 77 0
0 77 0

(WSC) MILANO – Domani si chiude il peggior semestre degli ultimi 70 anni, gli indici di borsa vengono tenuti su per la chiusura dei conti a fine giugno, la transizione tra questo mese e luglio vede ancora tensioni sui mercati finanziari internazionali, alle prese con il colpo di coda dell’emergenza coronavirus in Asia, negli Usa e localmente in Europa.

L’appuntamento principale è la diffusione dei verbali dell’ultima riunione della Fed sui tassi mercoledì 1 luglio.

Lunedì 29 giugno si parte con le vendite al dettaglio in Giappone in maggio, previste in calo di oltre l’11%, per proseguire con dati inglesi su credito al consumo, massa monetaria mensile e mutui. Da Hong Kong sono in arrivo le esportazioni e il saldo della bilancia commerciale, mentre dall’Ue gli indicatori sugli affari e sui consumatori, sullo stato di salute delle imprese e sulla fiducia dei consumatori, insieme alla fiducia economica dei servizi e dell’industria e ai prezzi al consumo in Germania. Dagli Usa invece sono attese le vendite di abitazioni in maggio e l’indice manifatturiero della Fed di Dallas.

Martedì 30 giugno è la volta della fiducia dei consumatori e de Pil del Regno Unito e, dal Giappone, dell’occupazione e della produzione industriale. Dalla Cina giungono gli indici dei manager dei diversi settori. Dalla Germania sono in programma i prezzi alle importazioni, al dettaglio e all’ingrosso, a cui si aggiungono da Francia, Italia e Ue i consumi, i prezzi al consumo e alla produzione. Segue dagli Usa il Redbook sulle vendite nella grande distribuzione, la fiducia dei direttori acquisti di Chicago, la fiducia dei consumatori, gli utili del terziario a Dallas e in Texas e le scorte settimanali di greggio.

Mercoledì 1 luglio mercati chiusi per festività a Hong Kong e in Canada, investimenti di grandi e piccole imprese in Giappone e prezzi delle case nel Regno Unito. Vendite al dettaglio in maggio In Germania e fiducia dei manager del settore manifatturiero in Italia, seguita dall’analogo dato francese, tedesco e dell’Ue. Tasso di disoccupazione in Germania e negli Usa, insieme agli ordinativi e alla fiducia dei manager nel settore manifatturiero, per concludere con i verbali dell’ultimo comitato federale della Fed (Fomc) sui tassi.

Giovedì 2 luglio vendite di auto e richieste di sussidi negli Usa, disoccupazione italiana e prezzi alla produzione e tasso di disoccupazione nell’Ue. Dagli Usa arrivano anche il saldo della bilancia commerciale e gli ordinativi nelle fabbriche.

Venerdì 3 luglio giorno di festa negli Usa, vigilia dell’Indipendenza, in Europa attesa la fiducia dei manager in Italia, Francia, Germania, nell’Ue e in Gran Bretagna.

***

Sono i dati sulla diffusione del coronavirus in molti Paesi, in particolare il nuovo incremento di casi in alcuni Stati degli Usa (a Los Angeles e’ stata ordinata la chiusura dei bar e altre citta’ come San francisco stanno ritardando i programmi di riapertura delle attivita’) e la situazione di Pechino e nel Regno Unito sono motivo di preoccupazione per gli investitori.

I contratti futures sull’Eurostoxx50 cedono lo 0,5%, quelli sul Dax lo 0,68% di Francoforte, quelli sul Cac di Parigi lo 0,64%. Negativi i futures di Wall Street. Petrolio in netto calo con il Brent agosto (-2,4%) a 40,03 dollari al barile e il Wti agosto (-2,3%) a 37,6 dollari al bbarile. Oro in lieve rialzo a 1772 dollari l’oncia.

Tag

Scrivi un commento