Economia a rotoli per il Coronavirus: “Pil Italia crollerà -8,0% nel primo semestre”

La caduta del prodotto interno lordo potrebbe manifestarsi pienamente nel secondo trimestre, quando il calo sarebbe di un ulteriore -5% sul primo trimestre".

135 0
135 0

L’impatto dell’epidemia di Coronavirus nel nostro Paese rischia di essere pesantissimo per l’economia italiana.

Le ultime stime arrivano da Ref Ricerche che ha sensibilmente rivisto al ribasso la stima di contrazione del Pil Italia nel primo semestre a -8,0% (dal -1 / -3% indicato in precedenza)

“La caduta – si legge in una nota del centro di ricerche – riguarda con questa intensità solamente l’ultima parte del primo trimestre, che potrebbe chiudere con un decremento del 3 per cento sul quarto 2019, e manifestarsi pienamente nel secondo, quando la caduta sarebbe di un altro 5 per cento sul primo trimestre”. Un rimbalzo è possibile, secondo il Ref, a partire dal terzo trimestre.

Chi è REF Ricerche

REF Ricerche è una società indipendente che affianca aziende, istituzioni, organismi governativi nei processi conoscitivi e decisionali.

REF Ricerche nasce nel 2000 dallo spinoff delle competenze economiche presenti in IRS (Istituto per la Ricerca Sociale). Le attività di consulenza e di analisi si avvalgono quindi di un’esperienza maturata in più di quarant’anni.

REF Ricerche supporta l’Ufficio Parlamentare di Bilancio chiamato a validare le proiezioni macroeconomiche del Governo ed è membro del pool di previsori professionali interpellati stabilmente da Consensus Forecast.

REF Ricerche è membro dell’A.I.E.C.E. (Associazione Europea degli Istituti di Congiuntura) e di EUREN, network europeo di ricerca economica.

 

Tag

Scrivi un commento