Sondaggio: 1 italiano su 3 avrà finito i risparmi personali entro fine agosto

Il 26% degli intervistati stima che trascorrera' tra luglio e settembre almeno una notte fuori casa per turismo, mentre ben il 58% non sara' nelle condizioni di farlo.

0 101 0
0 101 0

(WSC) ROMA – L’emergenza sanitaria lascia un segno pesante nei conti delle famiglie. Secondo un’indagine di Noto Sondaggi che Il Sole 24 Ore del Lunedi’ pubblica oggi, l’11% degli italiani ha gia’ esaurito le riserve personali, il 5% ne ha ancora per un mese e il 12% per altri due: questo significa che quasi un italiano su tre avra’ dato fondo ai risparmi personali entro la fine di agosto.

Non sorprende, allora, che anche le prossime vacanze saranno condizionate dalla crisi scatenata dalla pandemia: infatti solo il 26% degli intervistati stima che trascorrera’ tra luglio e settembre almeno una notte fuori casa per turismo, mentre ben il 58% non sara’ nelle condizioni di farlo.

E ancora: il 30% si dichiara in difficolta’ con le spese per la casa, il 32% con quelle mediche, il 34% ha gia’ ridotto in maniera drastica gli acquisti non alimentari e il 20% dice di consumare meno cibo.

Dall’indagine di Noto Sondaggi – condotta la scorsa settimana su un campione rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne – emerge un quadro molto problematico del portafoglio degli italiani. Solo per 4 percettori di reddito su 10 la propria situazione economica non e’ cambiata, ma il 16% ha gia’ registrato mancati ricavi pari ad oltre la meta’ dei compensi rispetto a quanto riceveva prima del lockdown e un ulteriore 20% lamenta la diminuzione delle proprie entrate nell’ordine del 30%.

Insomma per circa 4 italiani su 10 il contraccolpo finanziario e’ elevato. Sono le donne ad aver subito una maggiore perdita dei ricavi durante questo periodo, probabilmente perche’ avevano piu’ degli uomini un lavoro precario e non hanno potuto godere di ammortizzatori.

Quanto al futuro, la maggiore preoccupazione sembra essere piu’ per la tenuta dell’Italia che per la propria situazione economica.

Infatti il 62% pensa che si stia avvicinando un periodo di forte crisi per la nazione, mentre si abbassa al 46 – comunque elevata – la percentuale di chi pensa che la ‘forte crisi’ si riflettera’ sulla propria situazione economica.

Fonte: Il Sole 24 Ore Radiocor

Tag

Scrivi un commento