Btp 10 anni: tassi al minimo storico 0,64% e spread a 116

Sui titoli a due anni -0,36%. Bce prosegue con massicci acquisti. In totale Eurotower ha rastrellato oltre 411 miliardi di euro di bond italiani.

0 65 0
0 65 0

(WSC) ROMA – Nuovi minimi storici sui rendimenti dei titoli di Stato dell’Italia. A fine contrattazioni i tassi retributivi dei Btp a 10 anni sono scesi fino allo 0,64%, cedendo 4 punti base rispetto alla chiusura precedente, secondo i dati di Mts. E dato il contestuale lieve rialzo dei tassi sui Bund tedeschi, al meno 0,50%, il differenziale, il famigerato spread è sceso fino a 116 punti base. Sui Btp a 5 anni i tassi sono ormai solo poco sopra lo zero: si attestano allo 0,15% e lo spread si è ridotto a 88 punti base. Sui Btp a 2 anni, poi, i rendimenti sono addirittura negativi, pari al meno 0,36% e con uno spread sui Bund limitato a 34 punti base. Significa che pur di acquistarli gli investitori sono disposti a farsi restituire una somma lievemente più bassa a scadenza, di fatto retribuendo lo Stato che li emette (al quale, in pratica, conviene indebitarsi sulle scadenze più brevi). Nonostante un debito pubblico destinato a superare il 160% del Pil quest’anno, secondo le ultime previsioni del Fondo monetario internazionale, mentre gli acquisti anticrisi di titoli pubblici della Bce proseguono a pieno regime, i rendimenti dei Btp italiani continuano a quindi a calare.

La Bce e l’eurosistema delle Banche centrali, che sui titoli italiani significa in prima battuta la Banca d’Italia, proseguono i loro energici interventi calmieraneti sulle emissioni pubbliche. Con il suo programma in corso già prima della crisi (App) la Bce ha accumulato titoli di Stato dell’area euro per 2.304 miliardi, di cui oltre 411 miliardi di euro italiani. Ma dal marzo scorso a questo programma si è aggiunto il nuovo piano di acquisti di titoli antipandemico, il Pepp che riguarda prevalentemente titoli pubblici e su cui ha già accumulato titoli per 584,7 miliardi di euro. Sul solo mese di settembre la Bce ha rilevato titoli per 67,3 miliardi di euro.

Tag

Scrivi un commento