Bond Revolution

Lanciata da grandi marchi della finanza globale, una nuova piattaforma trasformerà il modo in cui trilioni di dollari di debito aziendale vengono venduti agli investitori in tutto il mondo. All'inizio solo obbligazioni in dollari, nel 2021 anche in euro.

0 176 0
0 176 0

(WSC) LONDRA – Un nuovo sistema di ordinazione e sottoscrizione di bond e obbligazioni corporate sostenuto dalle più grandi banche del mondo ha fatto il suo tanto atteso debutto ieri, giovedì, si tratta del primo passo di un processo che i suoi sostenitori prevedono trasformerà il modo in cui trilioni di dollari di debito aziendale vengono commercializzati e venduti agli investitori.

>>> Vai alla pagina web della nuova piattaforma

Secondo Bloomberg, fondato da aziende come Barclays, BNP Paribas, Deutsche Bank e una serie di importanti nomi di grandi banche statunitensi, il lancio di DirectBooks arriva nel bel mezzo a un’impennata nell’emissione di debito aziendale.  Il nuovo sistema di ordinazione di bond arriva quindi al momento giusto, poiché il lavoro  a distanza dovuto al Covid19 aumenta la necessità di gestire su base digitale un processo che è ancora in gran parte gestito tramite telefono e messaggistica istantanea dai broker in contatto con i clienti.

(PRNewsfoto/DirectBooks)

DirectBooks è stata lanciata e supportata  da 9 banche dealer: Bank of America, Barclays, BNP Paribas, Citi, Deutsche Bank, Goldman Sachs, JP Morgan, Morgan Stanley e Wells Fargo. Queste istituzioni finanziarie stanno lavorando attivamente per aggiungere alla piattaforma ulteriori dealers per i primi mesi del 2021.

Secondo le banche del consorzio, affrontando le inefficienze nel mercato attraverso più canali di comunicazione, DirectBooks semplifica il processo di emissione principale utilizzando un insieme comune di dati strutturati e comunicazioni semplificate. La nuova piattaforma aumenta l’efficienza del flusso di lavoro e l’accuratezza delle informazioni sulle trattative tra i partecipanti al mercato, distribuite attraverso una solida infrastruttura di comunicazione che può essere integrata nei sistemi di sottoscrittori e investitori.

“È entusiasmante poter lanciare la nostra piattaforma quest’anno e passare da start-up a scale-up”, ha affermato Rich Kerschner, CEO di DirectBooks (foto sotto), stando a quanto si legge in un comunicato.

DirectBooks names team and launches advisory committee - The DESK - Fixed Income Trading

“La combinazione della nostra conoscenza del mercato, del team di talento, della tecnologia avanzata e scalabile e della rete in crescita di partecipanti al mercato, ha consentito a DirectBooks di continuare ad andare avanti nonostante le difficili condizioni di lavoro nel 2020. Stiamo portando avanti la nostra missione di ottimizzare i mercati finanziari globali, e questo è il primo passo del nostro viaggio a vantaggio del mercato”.

La piattaforma DirectBooks è stata lanciata inizialmente con la funzionalità di annuncio delle trattative per le emissioni in dollari statunitensi Investment Grade distribuite a livello globale, offrendo un set comune di dati strutturati sulle transazioni e l’accesso ai documenti per gli investitori istituzionali. Successivamente verrà aggiunta la funzionalità di ordini e allocazioni e il set di prodotti continuerà ad espandersi a livello globale con operazioni in euro nella prima metà del 2021.

La salita a bordo di ulteriori dealer e investitori istituzionali continuerà ad essere introdotto gradualmente durante questo trimestre e nel 2021. DirectBooks ha sviluppato la piattaforma in collaborazione con Axoni, un’azienda tecnologica con sede a New York specializzata in flussi di lavoro finanziari multipartitici e tecnologia di registro distribuito, che è stata implementata come infrastruttura critica in un’ampia gamma di mercati dei capitali globali.

 

 

Tag

Scrivi un commento