Call contrarian di Goldman Sachs: è ora di vendere titoli della digital economy

Promossi titoli banche e auto, destinati a sovraperformare durante la ripresa, declassati tech e alimentari. Per gli analisti c'è spazio per una grande rotazione di portafoglio.

0 85 0
0 85 0

(WSC) NEW YORK – Proprio adesso che crescono i timori di una nuova serie di lockdown, è giunto il momento di vendere titoli della digital economy e andare lungo su un paniere di gruppi che hanno avuto maggiori difficoltà durante la crisi e che sono destinati a sovraperformare durante la futura ripresa economica.

È il parere contrarian espresso da Goldman Sachs, secondo cui c’è spazio per attuare una grande rotazione di portafoglio momentanea settoriale e da titoli growth a titoli value.

Goldman Sachs pensa che ai livelli attuali il premio richiesto dai titoli growth appare eccessivo
Ai livelli attuali il premio richiesto dai titoli growth in Europa appare eccessivo

Gli analisti della banca Usa hanno promosso i settori bancario e automobilistico a Overweight, declassando invece i tecnologici a Neutral e gli alimentari a Underweight. Goldman Sachs è convinta che, viste le circostanze macro e politiche, i titoli value faranno meglio di quelli growth nella prossima fase di mercato.

Questo poiché nei prossimi mesi c’è da aspettarsi un cambiamento delle politiche monetarie e fiscali che getterà le basi per una rotazione di portafoglio temporanea. E tali rotazioni possono finire per essere anche “relativamente importanti”.

Goldman Sachs sostiene che "sotto la superficie di mercato ci sia lo spazio per una rotazione di portafoglio importante"
Goldman Sachs sostiene che sotto la superficie di mercato ci sia lo spazio per una rotazione di portafoglio relativamente importante
Tag

Scrivi un commento