Buffett investe nelle aziende farmaceutiche americane

Berkshire Hathaway, la società di investimenti gestita dal leggendario 'Oracolo di Omaha', ha messo in portafoglio nell’ultimo trimestre quattro titoli di Big Pharma quotati a Wall Street. L'analisi di Giuseppe Pascarella.

0 637 0
0 637 0

di Giuseppe Pascarella

(WSC) MILANO – Berkshire Hathaway, la società di investimenti gestita dal leggendario Warren Buffett, ha messo in portafoglio nell’ultimo trimestre quattro giganti farmaceutici americani. 

Sembra che la scelta sia ricaduta su aziende che sono esposte nella lotta contro la pandemia di coronavirus. Le società in questione sono AbbVie, Bristol-Myers Squibb, Merck e Pfizer, secondo i documenti depositati alla SEC, sono state acquistate tra luglio e settembre.

Warren Buffett, noto come il “Saggio di Omaha”, ha una lunga esperienze nel fornire alti rendimenti ai suoi investitori. I suoi record l’hanno reso la sesta persona più ricca del mondo con un patrimonio netto intorno ai 90 miliardi di dollari. 

La scommessa di Buffett sull’industria farmaceutica statunitense sarà probabilmente vista come un altro impulso per il settore in quanto è al centro della battaglia contro la pandemia di coronavirus. 

Le società farmaceutiche statunitensi Pfizer e Moderna, quest’ultima non tra i nuovi investimenti di Berkshire Hathaway, hanno pubblicato risultati preliminari che suggeriscono che i loro vaccini contro la Sars-CoV-2 sono entrambi efficaci per oltre il 90%.

Le notizie sui vaccini hanno aggiunto ulteriore slancio positivo alle azioni globali, che hanno sfidato gli enormi costi economici dei blocchi innescati dalla pandemia nel corso del 2020.

La partecipazione di Berkshire Hathaway in Pfizer ha il peso più basso dei suoi nuovi investimenti farmaceutici, con un valore di $ 136 milioni. Le quote di AbbVie e Merck valevano ciascuna $ 1,9 miliardi ciascuna, mentre l’investimento Bristol-Myers-Squibb circa $ 1,8 miliardi.

Altre società farmaceutiche nel portafoglio di Berkshire Hathaway includono Biogen, nota in questo periodo per aver presentato il primo farmaco che rallenta l’Alzheimer dopo vent’anni, un farmaco epocale se dovesse essere commercializzato, Johnson & Johnson e l’israeliana Teva Pharmaceuticals.

Attualmente la più grande partecipazione nel suo portafoglio rimane la tecnologia Apple. Berkshire ha ridotto leggermente il numero di azioni del produttore di iPhone durante il trimestre, ma l’aumento del prezzo delle azioni ha significato che il valore della sua partecipazione è passato da $ 89,4 miliardi a oltre $ 109 miliardi.

Tra gli altri investimenti vi sono la società di vendita al dettaglio online Amazon, le società di pagamenti con carta Mastercard e Visa, nonché le società di alimenti e bevande Kraft Heinz e Coca-Cola. 

Berkshire Hathaway ha anche una partecipazione in Suncor Energy, uno degli player chiave nel controverso sfruttamento delle sabbie bituminose canadesi.

_______________

L’autore

Giuseppe Pascarella è uno dei principali esperti europei di analisi di società quotate in borsa negli Usa, CEO del gruppo PascaProfit e autore del bestseller ‘Battere il benchmark‘, attraverso il quale promuove l’alfabetizzazione finanziaria in Italia.

https://pascaprofit.com/

 

Tag

Scrivi un commento