Borsa: il rally prosegue, segno che il mercato rimane rialzista

L'analisi di Giuseppe Pascarella - La percentuale di azioni dell'S&P500 al di sopra della media mobile a 200 giorni ha superato il 95%, salendo al livello più alto da ottobre 2009.

0 261 0
0 261 0

di Giuseppe Pascarella

(WSC) MILANO – Molte società quotate hanno spinto il mercato statunitense verso nuovi massimi, un segnale che, se la storia è un indicatore, il mercato toro è più forte che mai.

Gli indicatori che mostrano un mercato azionario più forte e resiliente hanno raggiunto di recente rare pietre miliari, poiché la continua corsa al rialzo si è nuovamente ampliata. 

Spesso guardo indicatori tecnici che misurano l’ampiezza del rally del mercato alla ricerca di indizi su dove si dirigerà nel breve periodo. 

Un mercato è generalmente considerato più sano quando più azioni stanno salendo insieme, e i segni di una forte partecipazione sono in genere visti come un segnale che un rally è vivo. 

Al contrario, un mercato con scarsa ampiezza, come quello alla fine degli anni 90, vicino al picco della bolla delle dot-com, indica che meno azioni con maggiori capitalizzazioni di mercato stanno salendo.

Ultimamente, i segni di una forte ampiezza sono stati molti, un’inversione rispetto a gran parte dell’anno scorso, quando un piccolo gruppo di grandi azioni tecnologiche ha guidato gran parte dei guadagni del mercato. 

La scorsa settimana, la percentuale di azioni dell’S&P500 al di sopra della media mobile a 200 giorni ha superato il 95%, salendo al livello più alto da ottobre 2009. 

Dal 2000, solo altre tre volte si è vista una situazione simile. 

Nel maggio 2013, settembre 2009 e dicembre 2003. Dopo questi periodi l’S&P500 ha continuato a registrare guadagni dai sei mesi ad un anno dalla violazione di tale soglia.

In questa fase, quello che mi aspetto è di continuare a vedere una serie rotazionale di pullback, specialmente in settori in cui c’è stato un eccesso speculativo. Per ora non penso che ci sia un alto rischio di bolla, credo che ci saranno correzioni naturali del mercato che però continuerà a salire fino alla fine dell’anno.

__________

L’autore

Giuseppe Pascarella è uno dei principali esperti europei di analisi di società quotate in borsa negli Usa, CEO del gruppo PascaProfit e autore del bestseller ‘Battere il benchmark‘, attraverso il quale promuove l’alfabetizzazione finanziaria in Italia.

https://pascaprofit.com/

Tag

Scrivi un commento