Cina: TikTok sarà ‘venduta’ a Oracle, battuta sul finale Microsoft

ByteDance, l'azienda cinese che gestisce la popolare app di video, ha deciso di non vendere al gruppo di Bill Gates gli asset negli Usa. Partnership solo tecnologica?

0 165 0
0 165 0

(WSC) MILANO – Oracle ha battuto Microsoft nella gara per la partnership negli Usa per la condivisione dei video della app TikTok. Lo conferma una fonte citata dal Wall Street Journal.

Anche secondo una fonte al corrente delle trattative citata da Cnbc TikTok si avvia verso una partnership con Oracle, dopo che Microsoft ha confermato che ByteDance, il gruppo cinese che gestisce la app, ha deciso di non vendere al gruppo gli asset negli Usa.

Secondo il Wall Street Journal, l’accordo non sarà strutturato in forma di vendita completa, di acquisizione, ma di partnership.

In base alla proposta di accordo citata da fonti dell’agenzia Reuters, Oracle diventerà partner tecnologico e assumerà la gestione dei dati degli utenti statunitensi di TikTok.

Il prossimo passo sarà l’approvazione dell’accordo da parte della Casa Bianca e della Commissione investimenti stranieri negli Usa. Oracle sarà presentato come “affidabile partner techno” di TikTok.

La svolta arriva pochi giorni dopo l’annuncio del governo cinese di nuove restrizioni nelle esportazioni, decisione che aveva messo in dubbio l’accordo tra l’app che ha base a Pechino e il gruppo americano.

Il presidente Donald Trump aveva ripetutamente minacciato di bloccare TikTok negli Stati Uniti se la app non fosse stata venduta agli americani entro il 15 settembre. (AGI)

***

Microsoft, che stava lavorando con Walmart per acquisire TikTok, era stata considerata per qualche tempo come il vincitore più probabile nella gara, tuttavia i negoziati si erano raffreddati negli ultimi giorni, ha rivelato una persona che ha familiarità con i colloqui.

A Microsoft non è stato chiesto di apportare revisioni alla sua offerta iniziale di fronte ai recenti segni di opposizione a un accordo da parte di funzionari del governo cinese, ha aggiunto la fonte.

Nel perdere questo deal, Microsoft schiva in verità un proiettile pericoloso, ha scritto il giornalista di Bloomberg Opinion Tim Culpan, poiché il pacchetto ora in vendita che dovrebbe finire a Oracle non include le principali tecnologie di base e deve ancora affrontare prospettive e scenari poco chiari prima di ottenere l’approvazione del governo cinese.

Tag

Scrivi un commento