Berlusconi si allea con i cinesi di Huawei

Nell'accordo coinvolte tutte le case editrici del gruppo Mondadori (Rizzoli, Einaudi, Piemme, Sperling & Kupfer). Saranno leggibili oltre 20.000 autori nella libreria digitale di Huawei Books.

0 463 7
0 463 7

(WSC) MILANO – Sono oltre 20mila i titoli di autori italiani e internazionali pubblicati da Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Piemme, Sperling & Kupfer e Mondadori Electa, che ora si potranno leggere su smartphone e tablet grazie a Huawei Books, la libreria digitale che Huawei ha progettato in collaborazione con le case editrici del Gruppo Mondadori, facenti tutte parte degli asset del fondatore di Forza Italia Silvio Berlusconi.

“Quest’anno si è registrata una grande crescita nel mercato dei libri digitali e gli italiani hanno riscoperto il fascino della lettura attraverso ebook e audiolibri” dichiara Pier Giorgio Furcas, Deputy General Manager Huawei Consumer Business Group Italia. Leggere un libro in versione digitale o ascoltarlo dalla voce dello scrittore stesso o quella di interpreti famosi, in pochi clic, è un trend che in Huawei vogliamo cavalcare. Con Huawei Books vogliamo offrire ai nostri utenti la miglior esperienza di lettura possibile, simile a quella di un libro cartaceo, ma rendendola ancora più piacevole, grazie alle numerose funzioni di personalizzazione e interazione che presenta l’app”.

“Siamo soddisfatti della collaborazione nata con Huawei, società punto di riferimento nel settore delle tecnologie, che, affiancata dalle nostre case editrici, si affaccia oggi nel mercato dell’editoria digitale” aggiunge Filippo Guglielmone, Direttore Generale Operativo Trade di Mondadori Libri. “L’accordo assume un significato ancora maggiore se rapportato all’anno appena concluso, nonché al periodo che stiamo ancora vivendo: da una parte il comparto editoriale ha tenuto bene e la lettura è cresciuta, dall’altra milioni di italiani hanno scoperto anche l’esperienza degli eBook e degli audiolibri, determinando così per gli editori la necessità di rispondere alle esigenze di nuovi lettori, anche attraverso la sperimentazione di modelli distributivi diversi. Grazie a questo progetto, ci confermiamo ancora una volta editori leader non soltanto per la qualità del catalogo e il prestigio dei nostri autori, ma anche per l’attenzione nell’intercettare i cambiamenti”.

HUAWEI Books si compone di due aree principali: Read e Listen. Read è composta dalla sezione Bookstore che contiene un catalogo di migliaia di eBook, dai bestseller ai grandi classici. Grazie alla collaborazione con le case editrici del Gruppo Mondadori, sarà infatti possibile scegliere tutto il meglio della produzione editoriale mondiale, tra cui i bestseller italiani e internazionali di Ken Follett, Dan Brown, Stephen King, Gianrico Carofiglio, Paolo Cognetti, Bruno Vespa, Jo Nesbo, Fabio Volo e Michael Connelly, i grandi successi del 2020 di Maurizio de Giovanni, Alessandro D’Avenia, Paolo Giordano, Ferzan Ozpetek, o ancora le opere delle autrici più apprezzate, quali Sophie Kinsella, Sveva Casati Modignani, Jojo Moyes, Paula Hawking, Daria Bignardi, Silvia Avallone e Suzanne Collins.

Tag

Scrivi un commento

7 commenti

  1. robyuan

      

    Del perico giallo ne parlava già Mussolini meloni li chiama comunisti? Diamine mica è una bugia. Quanti e quali sono i partiti alla opposizione? Detto questo concordo con quanto,affermi la cina fa la cina siamo noi che nonmfacciam l europa, siamo noi che nei confronti della cina  stiamo prendendo, grazie a questo governo, un atteggiamento fi sudditanza. Tanto per dire l unico vero progetto italiano di un certo livello .. fincantieri stg, che poteva portare ad un colosso della cantieristica ha visto per cosi dire la gamba tesa francese, mentre i transalpini nostri amati cugini sono in mediaset, telecom, unicredit  ed hanno bloccato la vendita di carrefour dicendo che per loro i formaggini sono strategici. r.

    Originariamente inviato da Marco Marazzi: Ma infatti io non ci vedo niente di strano o trascendentale. A parte poi che su “cosa” siano i “cinesi” ci sono opinioni diverse. La Meloni li chiama comunisti. Terzi li chiama nazifascisti. E loro se la ridono, perchè sono semplicemente “Cina” , un paese che è sempre stato gestito così dall’alto in basso, perchè enorme, densamente popolato e con forti spinte centrifughe. il “nome” dell’entità politica che lo controlla non è rilevante.  Ha fatto bene Mondadori a fare l’accordo con Huawei, perchè aumenterà la visibilità dei suoi libri. Risparmiamoci morali che proprio noi europei non avremmo alcun diritto di fare agli altri.
     

    Originariamente inviato da peter pan: Bah! Io non sono così legato a certi stereotipi di 20 anni fa. Business is business e poi si tratta solo di rendere leggibili libri ed altro di un società editoriale ad una società cinese che non mi risulta stia mangiando bambini, al massimo ti spiicchia (così dicono) Viva il Cav. Berlusconi, il meno peggio dei politici italiani.

       

     

  2. Avatar

      

    Ma infatti io non ci vedo niente di strano o trascendentale. A parte poi che su “cosa” siano i “cinesi” ci sono opinioni diverse. La Meloni li chiama comunisti. Terzi li chiama nazifascisti. E loro se la ridono, perchè sono semplicemente “Cina” , un paese che è sempre stato gestito così dall’alto in basso, perchè enorme, densamente popolato e con forti spinte centrifughe. il “nome” dell’entità politica che lo controlla non è rilevante.  Ha fatto bene Mondadori a fare l’accordo con Huawei, perchè aumenterà la visibilità dei suoi libri. Risparmiamoci morali che proprio noi europei non avremmo alcun diritto di fare agli altri.

    Originariamente inviato da peter pan: Bah! Io non sono così legato a certi stereotipi di 20 anni fa. Business is business e poi si tratta solo di rendere leggibili libri ed altro di un società editoriale ad una società cinese che non mi risulta stia mangiando bambini, al massimo ti spiicchia (così dicono) Viva il Cav. Berlusconi, il meno peggio dei politici italiani.

     
     

  3. Nakatomy

      

    Sapete cosa vi dico ? Se trovo un cinese con i soldi , gli vendo tutto 🤣🤣🤣
    Chi se ne frega delle ideologie 🙃
     

  4. robyuan

      

    Ma se lo stato paga i cinesi e laute commissioni a certi personaggi per le mascherine il cavo nell’ ambito delle ottime relazioni instaurare da di miao tse tung INCASSA soldi cinesi …gli ha hia dato una ciofega col milan  io lo farei ministro degli esteri  mvo

    Originariamente inviato da peter pan: Bah! Io non sono così legato a certi stereotipi di 20 anni fa. Business is business e poi si tratta solo di rendere leggibili libri ed altro di un società editoriale ad una società cinese che non mi risulta stia mangiando bambini, al massimo ti spiicchia (così dicono) Viva il Cav. Berlusconi, il meno peggio dei politici italiani.

     

  5. peter pan

      

    Bah! Io non sono così legato a certi stereotipi di 20 anni fa.
    Business is business e poi si tratta solo di rendere leggibili libri ed altro di un società editoriale ad una società cinese che non mi risulta stia mangiando bambini, al massimo ti spiicchia (così dicono)
    Viva il Cav. Berlusconi, il meno peggio dei politici italiani.

  6. Nakatomy

      

    Non volevo nemmeno  scriverlo bene 
    Berlusconi , vergognati 🤣🤣🤣

  7. Nakatomy

      

    Non ci posso credere 😨 , manda in soffitta la sua ideologia del Comunismo 
    definizione di ideologia 😑
    Il sistema concettuale e interpretativo che costituisce la base politica di un movimento, di un partito o di uno Stato.
    Traditore di un Berlisconi 🤣🤣🤣
    Cosa non si fa per i soldi 💵